chiedi_alla_notte

Chiedi alla notte

Dicono di lei

 

La stampa

“Antonella Boralevi conosce le anime per averle frequentate e gli abissi neri che possono conservare al loro interno”, ha scritto
Maurizio de Giovanni.

“Boralevi è molto brava a addentrarsi in un tessuto sociale cupissimo nella sua allegria mondana”
Corriere della Sera

“Una scrittura potente. Non si può resistere.”
Robinson di Repubblica

“Un thriller vasto e conturbante. Un intreccio ramificato che avanza con inquieta inesorabilità”
Il Messaggero

“600 pagine che tengono incollati fino alla fine.
Risultato: a pochi giorni dall’uscita, è finito in classifica. Il segret o è il coraggio dell’Autrice nell’affrontare l’ultimo tabù: ovvero come fare del male definitivo a chi amiamo, come ritrovarci criminali senza avere dubitato di sè nemmeno un attimo.”
Il Giornale

“ I palazzi patrizi nascondono infiniti misteri e niente è come appare. Il bel romanzo di Antonella Boralevi è ricco di suspence”
TUTTOLIBRI de La Stampa

Il Web

Ora vado a cercare gli altri titoli di questa autrice, perché ho decisamente intenzione di leggere altro di suo.
Due lettrici quasi perfette

Antonella Boralevi ha trovato, in questa sua anima nera, un nuovo filone narrativo da cui attingere a piene mani.
La lettrice geniale

Alla fine, Antonella Boralevi suggerisce anche una colonna sonora che accompagni la lettura, ma potrebbero bastare anche sospiri, fiato sospeso e attacchi di tachicardia.
Mangialibri

Una lettura corposa e vorace che non lascia scampo a pause o interruzioni.
Leggereinsilenzio

Ti tiene incollata alle pagine e porta sulla carta le nostre paure e i vizi di una classe sociale
La Biblioteca di Eliza

È letteralmente impossibile metterlo giù.
Il salotto dei libri

Sento di aver goduto fino all’ultimo segno di punteggiatura .
Critica letteraria